top of page
  • Gabriele Magagnini

AL VIA LA CODEWEEK 2022! IL BADALONI LA INAUGURA CON LA MANIFESTAZIONE LOGGE IN CODING

In occasione della CODE WEEK 2022, settimana europea della programmazione, nel decimo anniversario dell’iniziativa che coinvolge ormai alunni e docenti d’ogni parte d’Europa, l’I.C. Badaloni ha realizzato una serie di attività didattiche, iniziative ed eventi, anche in collaborazione con l’IIS Mattei di Recanati.

La Code week è un evento che nasce dal basso e mira a portare la programmazione e l’alfabetizzazione digitale a tutti in modo divertente e coinvolgente, stimolando gli alunni alla riflessione sull’uso del digitale e delle tecnologie in modo responsabile, perché possano diventare “cittadini digitali” liberi e pensanti e non semplici fruitori passivi.

Ogni plesso ha organizzato piccoli e grandi eventi, collaborando in continuità tra i vari ordini e scegliendo come filo conduttore, tra le attività proposte, la salvaguardia dell’ambiente, con percorsi di educazione ambientale ed educazione alla salute. La Code Week è stata anche l’opportunità di sperimentare nuovi materiali didattici innovativi acquisiti dall’Istituto grazie alla partecipazione al bando “Spazi e strumenti digitali per le STEM”.

Per la mattinata di mercoledì 12 ottobre, sotto il loggiato comunale, la Scuola Primaria San Vito ha organizzato “LOGGE IN CODING 2022”, con lezioni di tinkering, coding e tecnologia, ospitando le bambine e i bambini dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia San Vito e Via Camerano.

Sia in piazza e sia a scuola, in tutti i plessi dell’I.C. Badaloni, gli alunni delle classi 4e e 5e hanno fatto e faranno da TUTOR, per tutta la durata della Code Week, ai bambini di 5 anni, presentando in particolare le funzioni e l’uso di piccole api-robot. Quello che può sembrare un semplice gioco in realtà permette di far avvicinare gli alunni alla robotica ed a tecnologie evolute, ma al contempo li induce a “pensare” il percorso, a cercare soluzioni di fronte all’errore, nonché a sviluppare la spazialità e la capacità di immedesimarsi in qualcos'altro, giostrando con la posizione del robot.

L’affrontare un nuovo gioco in modalità peer to peer con altri bambini che fanno da tutor permette di vivere anche la difficoltà e gestire l’errore con il sorriso.

Tutti gli alunni distribuiti per gruppi hanno avuto modo di fruire e gestire attività di coding con scacchiere, robottini e robot umani, oltre che sperimentare il tinkering, che letteralmente vuol dire “armeggiare”, “pensare con le mani”, mettersi in gioco per progettare dei prototipi e realizzarli con materiali di riciclo.

In queste settimane di attività innovative e in continuità, gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria San Vito, Carlo Urbani e Le Grazie svolgeranno anche delle lezioni di coding con l’intervento del Prof. Palmioli della Scuola Secondaria I grado San Vito, mentre gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria San Vito incontreranno i docenti dell’IIS Mattei di Recanati per un approccio alla programmazione.







16 visualizzazioni0 commenti
Post: Blog2_Post
bottom of page