• Gabriele Magagnini

APPROVATI I PROGETTI D'INTERVENTO DELL'ASILO NIDO PER LA CANDIDATURA AL FINANZIAMENTO DEL PNRR

Il Comune partecipa al bando, previsto l’ampliamento, l’adeguamento sismico ed energetico dell’asilo nido comunale

La Giunta recanatese guidata dal Sindaco Bravi ha approvato le proposte per l’ampliamento degli spazi, l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico dell’asilo nido comunale Nidotondo per la partecipazione ad un bando finanziato dal PNRR per un importo complessivo di € 2.068.800.

La candidatura per ottenere il finanziamento rientra nel “Piano per asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia”.

Obiettivo del piano: consentire la costruzione, la riqualificazione e messa

in sicurezza degli asili nido per migliorare l’offerta educativa sin dalla prima infanzia e offrire un concreto aiuto alle famiglie, incoraggiando la partecipazione delle

donne al mercato del lavoro e la conciliazione tra vita familiare e professionale.

Abbiamo già trasformato con successo il Nidotondo in un asilo montessoriano, attuando un miglioramento pedagogico che ha permesso di offrire un eccellente servizio educativo, di primaria importanza per il territorio e per le famiglie - ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi Ora se riusciamo ad aggiudicarci questo importante finanziamento potremmo completare l’opera ed intervenire anche a livello strutturale sull’edificio con l’ampliamento degli spazi dedicati ai bambini, l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico dello stabile.”

Negli anni scorsi il Comune di Recanati ha infatti trasformato il Nidotondo da asilo tradizionale ad asilo Montessoriano, dotandolo di locali caldi, sereni e accoglienti, pensati per ridurre al minimo l’impatto del distacco dei piccolissimi dalla figura materna e per agevolarne l’ambientamento progressivo. Da luogo di normale assistenza e cura del bambino il Nidotondo è divenuto un vero e proprio ambiente preparato per rispondere al suo bisogno di espandere le proprie forze ed energie vitali, per il suo miglior sviluppo sensoriale, motorio, percettivo, affettivo e comunicativo, nel rispetto del metodo e del pensiero dell’educatrice e pedagogista Maria Montessori.





14 visualizzazioni0 commenti