• Gabriele Magagnini

BRAVI CONTRO BRAVI?

Recanati- E' la domanda che, probabilmente, si dovranno porre i recanatesi nei prossimi giorni visto quanto sta succedendo in ambito locale in vista delle prossime amministrative: ormai scontato che UdC e Costituente Popolare avranno quale candidato sindaco l'avv. Massimiliano Grufi, attuale presidente del Consiglio Comunale, a destra come a sinistra i giochi sono ancora tutti da decifrare. Eppure, nelle ultime ore, soprattutto a sinistra, molto si sarebbe mosso con il Pd che avrebbe contattato l'ex assessore della giunta Fiordomo, Armando Taddei, per valutare la possibilità di schierarsi al suo fianco con la lista civica. Da considerare, però, che alcuni esponenti della stessa, da sempre, sono più vicini alla destra e quindi non si comprende bene quale peso politico Taddei potrà avere. Il Pd, dopo che Andrea Marinelli, attuale segretario dei Dem ha deciso di farsi da parte per consentire un ricompattamento che al momento sembra ancora lontano dopo che alcuni esponenti vicini a Fiordomo hanno deciso di dare vita al gruppo consiliare “Vivere Recanati”, sta molto lavorando per dare vita ad una coalizione forte che comprenderebbe alcuni componenti anche del passato centrodestra e, per trovare una soluzione in grado di accontentare tutti, sembra si sia pensato all'ing. Graziano Bravi, presidente della società Helvia Recina di Calcio a 5, per la candidatura a sindaco di Recanati. Un libero professionista senza un passato politico ma molto attivo nel settore sportivo che, potrebbe essere l'elemento coagulante della coalizione. A questo punto se i rumors, sono veri, non è escluso che tra i candidati a sindaco ci possa essere un “Bravi contro Bravi” visto che i dissidenti del Pd che hanno costituito “Vivere Recanati” sembrano decisi a sostenere la candidatura di Antonio Bravi, attuale vicesindaco e assessore al bilancio, che potrebbe contare sul l’apporto di Francesco Fiordomo e parte degli assessori attuali oltre che su alcune civiche. Nel centrodestra ancora un gran silenzio anche se da tempo la coalizione si sta vedendo sistematicamente senza però essersi ancora pronunciata sul nome del candidato sindaco: la più gettonata è l'avv. Sabrina Bertini ma i nomi dei papabili sono quelli noti da tempo, Maurizio Paoletti, un veterano della politica e Roberto Bartomeoli che pure vanta una grande esperienza, sempre se ci sarà il benestare della Lega. La sola cosa certa è che tutti vogliono andare verso una discontinuità con l'amministrazione Fiordomo ma i cittadini, chiamati a valutare l'attività di 10 anni dell'attuale sindaco saranno d'accordo?. E Francesco Fiordomo quante liste sarà in grado di presentare per contrapporsi a tutti coloro che vogliono prendere il suo posto? Ai posteri l'ardua sentenza.


416 visualizzazioni0 commenti