• Gabriele Magagnini

CONSIGLIO COMUNALE SULLA SANITA', CONFRONTO IMPORTANTE SUL FUTURO DEI SERVIZI SANITARI DELLA CITTA'

Prevista l’implementazione dei servizi dell’Ospedale S.Lucia per la prevenzione, la cura e l’assistenza socio-sanitaria delle categorie più fragili della comunità.

Si è tenuto l'altro ieri il Consiglio comunale di Recanati sui temi dell’Ospedale di comunità “S. Lucia” e sulla ripresa dello sviluppo dei servizi socio-sanitari sul territorio.

Su invito del Sindaco Antonio Bravi a dare risposte al Comune e ai cittadini sul prossimo futuro dei servizi sanitari della città hanno partecipato alla seduta il Consigliere regionale Elena Leonardi Presidente della IV commissione permanente e il Direttore generale Asur Marche dott.ssa Nadia Storti.

Un momento di confronto importante in cui sono state messe in luce dal Sindaco Antonio Bravi e dal Consigliere Antonella Mariani con delega alla Sanità tutte le criticità attuali dei servizi sanitari offerti alla comunità recanatese che a causa delle due ondate di emergenza pandemica hanno subito diminuzioni e sospensioni.

“È stato ordinato e proficuo il dibattito sulla sanità nel Consiglio comunale. – ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi in chiusura della seduta - Le questioni aperte sono state molteplici e anche i livelli di intervento. La presenza della Presidente della Commissione Regionale Sanità, dott.ssa Elena Leonardi, e della direttrice regionale dell'Asur, dott.ssa Nadia Storti, la cui attenzione fino a qualche tempo fa è stata necessariamente dedicata all'emergenza pandemica, ha permesso di avere indicazioni sugli orientamenti politici generali e sui modi in cui si intende riprendere alcuni servizi, fermi in alcuni casi da oltre un anno.”

Il Consigliere regionale Elena Leonardi Presidente della IV commissione permanente ha spiegato che la Regione Marche sta portando avanti un percorso riorganizzativo sanitario da scrivere insieme ai territori per definire il nuovo piano sanitario regionale, tenendo presente le peculiarità dei servizi locali con incontri diretti con gli amministratori, i dirigenti sanitari e il personale medico. L’obiettivo e un riequilibrio territoriale per superare l’accentramento degli ospedali unici e dare più peso ai territori.

Tra i principali punti toccati dalla Leonardi, il problema della mancanza del personale a causa del blocco del tetto di spesa per il personale sanitario, un problema che riguarda tutte le regioni, e l’importanza di incrementare i servizi di assistenza sanitaria con specialisti a distanza grazie alle efficaci ed innovative tecnologie della telemedicina.

Le strutture sanitarie di Recanati potranno essere inoltre ristrutturate grazie all’arrivo dei fondi previsti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Il Direttore generale Asur Marche dott.ssa Nadia Storti ha dato risposte chiare in merito ai servizi dell’Ospedale di comunità “S. Lucia”, dove si prevedono a breve la riapertura di altri dieci posti letto, l’implementazione del servizio di dermatologia e una dotazione organica ed efficiente di macchinari. La volontà è quella di reperire nei prossimi mesi il personale specialistico necessario per far divenire l’Ospedale di Recanati un ospedale di qualità, punto di riferimento fondamentale per la prevenzione, la cura e l’assistenza degli anziani e delle categorie più fragili della comunità.









23 visualizzazioni0 commenti