• Gabriele Magagnini

IL CAEM/SCARFIOTTI PROTAGONISTA ANCHE NEL CONCORSO DI ELEGANZA A SAN PELLEGRINO TERME

Il prestigioso riconoscimento “Best Of Show” è andato al recanatese Alberto Fontanella con la sua Alfa Romeo 1750 GS del 1932, nella manifestazione dove hanno brillato anche Giuseppe Casali, Mario Beccerica e Simone Noé

Il club CAEM/Scarfiotti continua ad essere protagonista del motorismo storico secondo tradizione. Nello stesso weekend che ha registrato il primo riuscitissimo evento della sezione Giovani del club, al prestigioso Concorso di Eleganza di San Pellegrino Terme (Bergamo), giunto alla 12^ edizione e organizzato dal Club Orobico Auto d’Epoca, i rappresentanti del sodalizio marchigiano hanno ricevuto importanti riconoscimenti. La manifestazione, presente nel calendario del Circuito Tricolore ASI ha riscosso notevole successo. Sono intervenute circa 40 auto d’epoca, 20 Ferrari e 40 moto d’epoca, per un’iniziativa che ha presentato prestigiose location e percorsi interessanti. Notevoli le affermazioni ottenute dai soci partecipanti del CAEM con i loro mezzi: nel Concorso di Eleganza “Best of Show” è stata dichiarata l’Alfa Romeo 1750GS del 1932 del recanatese Alberto Fontanella che ha vinto anche la classifica delle “Vetture aperte 1920-1949. E’ un esemplare unico carrozzato “Corsica” a 4 posti ed assemblato a Parigi, con un passato agonistico in Inghilterra, poi trasferita in Malesia e riportata in Italia nel 2005. Tra le “Vetture aperte 1950-1970” primo premio per l’Alfa Romeo 6C 2500SS Pininfarina del 1950 di Giuseppe Casali, solo due gli esemplari costruiti, per esporle ai saloni di Ginevra e Parigi. Questo modello fu acquistato dall’armatore napoletano Achille Lauro ed è poi arrivato recentemente nelle Marche. Terzo premio tra le “Vetture chiuse” invece per la Lancia Appia Zagato del 1962 di Mario Beccerica. Significativa anche la partecipazione di alcuni motociclisti saliti (in moto!) dalle Marche, con “capogruppo” il settempedano Simone Noé. L’organizzazione li ha voluti premiare con una targa personalizzata “550 km con il rombo della tua passione”. I mezzi sono stati esposti nell’elegante Villa Gromo ed in centro storico a San Pellegrino Terme, tra l’ammirazione dei numerosi appassionati intervenuti.

Queste le opinioni piene di soddisfazione dei partecipanti del CAEM/Scarfiotti.

Alberto Fontanella: “E’ stato il primo grande evento d’Eleganza al quale ho preso parte. Organizzato molto bene, va menzionata la positiva suddivisione in categorie e l’inserimento delle moto. La mia 1750GS ha una storia singolare, visto che contrariamente alle altre costruite ha 4 posti e questo ne fa un modello unico, per il quale ho ricostruito grazie a ricerche storiche su varie pubblicazioni, il suo passato e anche le gare che ha disputato.”

Giuseppe Casali: “E’ stato un piacere vedere San Pellegrino Terme, piccolo paesino sperduto della Val Brembana, che ha saputo nel tempo farsi conoscere nel mondo. Piacevole l’organizzazione, gradevole l’ospitalità, molte le macchine presenti anche fuori concorso, brillanti le soluzioni organizzative.”

Mario Beccerica: “Siamo stati invitati dal Club Orobico, ho aderito con piacere conoscendo il notevole livello organizzativo del club, pienamente confermato rimanendo soddisfatti dell’evento, con una giuria che ha svolto davvero un buon lavoro.”

Simone Noé: “Per onorare un amico recentemente scomparso, il motociclista Adelmo Zanardi, che avevamo ospitato in occasione del Circuito Chienti e Potenza dello scorso anno, abbiamo voluto inventarci con alcune moto d’epoca anteguerra un “raid” Tolentino-San Pellegrino Terme di oltre 500 km. Io ho portato una Moto Guzzi Sport 15 del 1934 e con me c’erano altre due Sport 15 del 1932 e del 1934 oltre a una Norge del 1929. Meravigliosa l’accoglienza che ci hanno riservato premiandoci con targhe personalizzate con dedica. Siamo felici di aver ricordato Adelmo che aveva molto apprezzato il tour sui Monti Sibillini che gli avevamo organizzato lo scorso agosto nei giorni precedenti al Chienti e Potenza.”

All’evento sono intervenuti il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, l’Assessore Regionale al Turismo Lara Magoni e il presidente ASI Alberto Scuro. Al Concorso d’Eleganza è stata una partecipazione piena di soddisfazione da parte dei soci del CAEM/Scarfiotti, che hanno tenuto alto il nome del club nel segno dell’amicizia, dell’ospitalità, del piacere della condivisione di passioni e del territorio che anima le iniziative del motorismo d’epoca.






13 visualizzazioni0 commenti