• Gabriele Magagnini

Il Ministro Bussetti apre la Giornata Mondiale della Poesia

L’anno del Bicentenario della stesura de L’Infinito si è aperto ieri con i tanti appuntamenti previsti per la “Giornata mondiale della Poesia” a Recanati. Il progetto “Infinito Leopardi”, è promosso dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario de L’Infinito, istituito dal Ministero per i Beni e le attività culturali, con la collaborazione della Regione Marche, Centro Studi Leopardiani, Casa Leopardi, Centro Mondiale della Poesia, Università degli Studi di Macerata e Sistema Museo. Ieri, poco dopo le 11, mentre in piazza Giacomo Leopardi c’erano centinaia di bambini delle scuole dell’I.C. Badoloni, è arrivato Marco Bussetti, Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, accolto con entusiasmo dai piccoli che hanno recitato L’Infinito e poi lanciato palloncini in aria nell’ambito delle manifestazione “Invasioni poetiche”. Accolto dalle autorità civili e militari della Provincia, il Ministro si è prima fermato con i ragazzini e quindi ha raggiunto il Teatro Persiani dove era prevista la manifestazione. Due bambini a ricordare quanto da lui fatto per l’istruzione e a chiedere quanto ancora serva nella scuola, poi il Ministro Bussetti, sul palco del Massimo recanatese, con accanto il sindaco Francesco Fiordomo, l’assessore Soccio, il consigliere regionale Luca Marconi. Vittorio Sgarbi e Gianluca Bellucci di Sistema Museo, ha detto: «anche la scuola sarà protagonista il 28 maggio perché come Ministero realizzeremo a Recanati l’evento per i 200 anni de L’Infinito con un collegamento in diretta dalle piazze di tutta Italia che coinvolgerà i ragazzi delle scuole per recitare insieme l’idillio leopardiano. Tutta la cultura occidentale è impegnata nello sforzo di comprendere l’Infinito: poesia, letteratura, scienza, matematica e fisica, ognuna col loro linguaggio, tentano di spiegare e dare forma all’idea di infinito. Leopardi dipinge contemporaneamente la necessità della finitezza in cui l’uomo è costretto a vivere e l’insopprimibile anelito ad andare oltre. Il pensiero, facendo esperienza del finito, attiva la sua facoltà di immaginare l’infinito che è “profondissima quiete “ ma anche immensità che fa paura e fa tremare». Quindi il Ministro ha rivolto un invito «ad avere coraggio, amare la vita, avere sempre speranza ed essere curiosi dell’ignoto. Non possiamo vivere in un assoluto presente ma guardare al futuro». Sulla Giornata mondiale della poesia Marco Bussetti ha evidenziato come essa permette di riflettere sul ruolo della poesia nella nostra cultura spiegando che per lui «il linguaggio poetico è di una attualità straordinaria e recuperare l’ispirazione de L’infinito di Leopardi permette di comprendere che è possibile pensare diversamente, grazie alla bellezza della poesia possiamo resistere al declino della nostra civiltà. Serve un nuovo umanesimo, fare in modo che il benessere resti il fine ultimo delle nostre azioni. Accettare che la sfida di un futuro in cui la libertà possa convivere con l’innovazione tecnologica». A seguire gli interventi del sindaco Fiordomo che ha ricordato gli impegni per fare di Recanati una città della cultura, della poesia, del rispetto, aperta e accogliente. Quindi il critico d’arte Vittorio Sgarbi è intervenuto, lanciando frecciate a destra e a manca, col suo linguaggio colorito, per poi relazionare sul tema “Romanticismo: l’infinito nell’arte e nella poesia”, definendo Leopardi il più grande poeta italiano”, tanti paragoni con artisti del tempo, soprattutto cantanti che sono poeti. Quindi, a Villa Colloredo Mels, l’inaugurazione del nuovo percorso ed allestimento museale, dove il manoscritto de L’Infinito” vissano rappresenta il fiore all’occhiello.






0 visualizzazioni

Via Giuseppe Mazzini, 16, 62019 Recanati MC, Italy

Tel. 071 757 2674

©2019 by Edizioni La Favella Di Paci Francesca. Proudly created by our chinese underpayed graphic designer