• Gabriele Magagnini

IL PARTITO DEMOCRATICO SCEGLIE GRAZIANO BRAVI

<<Con le prossime elezioni amministrative si chiudono dieci anni che ci hanno visti protagonisti con le nostre donne ed i nostri uomini, una stagione fortunata che ha cambiato in meglio la nostra città, risultati che sono il frutto di una squadra, di una comunità e di un lavoro che è partito da molto lontano, dalla nascita del PD Recanatese, dalla costruzione di un programma ambizioso, dall’entusiasmo di amici e militanti>>. Si apre così la nota del Pd recanatese che continua : << Non tutto è filato liscio, ci mancherebbe, ma siamo soddisfatti del lavoro svolto e intendiamo continuare. Abbiamo preso atto della volontà di pochi di non voler discutere con il Partito Democratico, un atteggiamento irresponsabile verso la forza politica che non ha mai fatto mancare in questi anni il proprio sostegno votando il 100% dei provvedimenti, una forza a cui invece bisognerebbe essere grati e senza la quale nessuno degli attuali amministratori avrebbe potuto soltanto immaginare di vivere un’esperienza politica e personale di questo tipo. Abbiamo altresì preso atto dello scioglimento della maggioranza politica che in questi dieci anni ha sostenuto la giunta la Fiordomo: l’UDC ha espresso un proprio candidato sindaco, l’assessore Taddei ha lasciato la giunta due anni fa, alcuni amministratori sono usciti dal PD, il gruppo SulaTesta, artefice della vittoria al ballottaggio del 2009, lasciato per strada già cinque anni fa. Il Partito Democratico avrebbe potuto legittimamente esprimere un proprio candidato, ma non lo ha fatto, ha tenuto conto dei cambiamenti politici nazionali e locali ed ha scelto la strada dell’apertura, della partecipazione, del reale coinvolgimento, un percorso condiviso con la propria comunità, con tutte le donne e gli uomini che con passione e sudore hanno consentito a Francesco Fiordomo di diventare sindaco, perché le elezioni si vincono anche grazie a coloro che affiggono i manifesti di notte o che distribuiscono i volantini casa per casa.

Ma dinnanzi alla chiusura di tutte le porte rispetto ad una prospettiva unitaria e dinnanzi ad una candidatura imposta, schiacciata ed isolata a sinistra come quella dell’amico Antonio Bravi, il Partito Democratico ha insistito affinché si trovasse una figura della società civile in grado di allargare l’orizzonte, di aprirsi ad altre forze, ai giovani, all’associazionismo e di giocarsi con maggiori chance la partita al ballottaggio>>. Nell'analisi del passato guardando al presente il partito di maggioranza a Recanati fa notare come <<l’entusiasmo che si è creato intorno alla figura del professor Graziano Bravi, a cui è giunto in pochi giorni il sostegno di cinque liste civiche, ha convinto il Pd a sostenerlo quale candidato sindaco alle prossime elezioni. La sua figura rappresenta a 360° la società civile cittadina: insegnante stimato all’ITIS di Recanati, ingegnere professionista, impegnato da sempre in molte associazioni sportive e sociali, Graziano incarna la Recanati per bene, quella che lavora e che si impegna giorno e notte senza apparire, la Recanati che dà a prescindere dall’avere, quella al di fuori degli schemi politici, lontana dai centri di potere e indifferente al carrierismo politico che tanto acceca>>. E il Partito Democratico, come sempre, guarda avanti, terminati questi dieci anni che lo hanno visto al centro dell’azione politica, come nel 2009 è stato pronto a scrivere una nuova pagina di storia ed è pronto a farlo insieme alla gente e ai cittadini che stanno aderendo ora dopo ora a questo nuovo progetto civico, sostenendo la candidatura di Graziano Bravi a sindaco della Città.



0 visualizzazioni

Via Giuseppe Mazzini, 16, 62019 Recanati MC, Italy

Tel. 071 757 2674

©2019 by Edizioni La Favella Di Paci Francesca. Proudly created by our chinese underpayed graphic designer