• Gabriele Magagnini

LA STAGIONE INVERNAL DEL GOF

Presentazione ufficiale per la stagione invernale del Gigli Opera Festival che si appresta a festeggiare il decennale con Puccini protagonista con Boheme e Tosca nella suggestiva cornice del Teatro Persiani. L’iniziativa è stata presentata dal sindaco Antonio Bravi e dall'assessore alle culture Rita Soccio, unitamente al direttore artistico della manifestazione, il maestro Serenelli ed al direttore della Civica Scuola di Musica, prof. Ermanno Beccacece. Taglia il traguardo dei dieci anni di cartellone ininterrotto l’idea del maestro Riccardo Serenelli di mettere in scena riduzioni d’opera tali da non snaturarne l’esecuzione e nel contempo far si che anche un pubblico non prettamente melomane potesse avvicinarsi al mondo della lirica. In dieci anni VillaInCanto prima, tra i quadri di Lorenzo Lotto (per un matrimonio tra lirica e arte), poi l’evoluzione progressiva in allestimenti (nella foto a sx un Rigoletto con Battagion) e qualità fino ai Gigli Opera Festival in edizione invernale ed estiva, hanno portato il melodramma a diventare uno degli eventi musicali più attesi in città ed un format esportato anche all’estero oltre alle tante serate in Italia. Sotto la direzione del maestro Serenelli si sono esibiti in dieci anni artisti affermati ma anche voci che presto si sono imposte nel panorama lirico internazionale a conferma della validità del progetto che ha coinvolto anche la locale Civica Scuola di Musica della quale diversi professori sono ora parte stabile dell’orchestra che accompagna le stagioni. E sulla spinta della crescente attenzione sul mondo della lirica è nata anche l'Accademia Gigli per il perfezionamento degli artisti con sede alla Civica Scuola di Musica. Il 2020 segnerà il debutto in chiave fissa di una voce recitante all’interno delle opere, quella dell’attrice recanatese Giulia Poeta sul cui ruolo a fianco dei cantanti il direttore artistico Serenelli non ha voluto svelare ancora nulla. Durante la presentazione della stagione, invece, è stato anticipato il cast degli artisti della Boheme d’esordio, sabato 1 febbraio, al Teatro Persiani. “Rodolfo” sarà il tenore Nino Franchini, allievo di Francesca Ruospo, già apprezzato “Nemorino” a Recanati nell’Elisir d’Amore. Al suo fianco il baritono Lorenzo Battagion "Marcello", anche lui interprete a Recanati di un notevole Rigoletto. Nel ruolo di Mimì la fresca voce del soprano Aurora Tirotta. "Musetta" sarà interpretata da Giorgia Paci. Sotto la direzione del maestro Serenelli il “Decimino Gigli”, leader Luca Mengoni, eseguirà gli accompagnamenti. Il secondo appuntamento, per il quale è in corso di definizione il cast, prevede per venerdì 20 marzo “Tosca”. Biglietteria già aperta al Teatro Persiani (17-20 dal mercoledì al sabato).Info 071 7579445 e 349 2976471.E per festeggiare i 10 anni anche di particolare affezione da parte del  pubblico con la manifestazione, ribassati i prezzi e praticate particolari convenzioni con il mondo delle associazioni. Info al botteghino.



0 visualizzazioni

Via Giuseppe Mazzini, 16, 62019 Recanati MC, Italy

Tel. 071 757 2674

©2019 by Edizioni La Favella Di Paci Francesca. Proudly created by our chinese underpayed graphic designer