top of page
  • Gabriele Magagnini

LA SVETHIA RECANATI BATTE URBANIA 73 - 55

Quarto successo consecutivo per i leopardiani

Recanati: Gasparrini, Chiorri 10, Mengarelli, Andreani 9, Naspi 3, Scialpi, Amoroso 16, Sabbatini 11, Vannini, Cimini 7, Magrini 11, Ndzie 6. All. Padovano

Urbania: Myers 14, Pentucci 6, Baldassarri 3, Azzolini 2, Di Coste 14, Altieri 3, Spagna 5, Fabbri, Marcantognini 3, Matteucci 5, Tancini. All. D’Amato

Parziali: 21-17, 34-29, 54-37

RECANATI – Il poker è servito. Una Svethia incontenibile piega la residenza dell’arcigna Urbania e si conferma sempre più nei quartieri altissimi della C Silver. Per i leopardiani, privi di Monteriù, prestazione maiuscola sotto tutti i punti di vista: squadra compatta e coesa dietro, attacco fluido e capacità di mantenere la giusta lucidità nei frangenti più difficili. Gara combattuta e spigolosa soprattutto nei primi due parziali con Urbania che si è dimostrata formazione degna delle tre vittorie in altrettante gare e avversario che di gran lunga lotterà fino alla insieme alla Svethia per entrare tra le prime sei della graduatoria. Partenza all’insegna del talento di Amoroso e di un ritrovato Ndzie che torna in quintetto dopo gli acciacchi dell’ultimo periodo. Alla prima Recanati conduce di quattro (21-17) con gli ospiti che si affidano prevalentemente all’enorme Di Coste che nel pitturato mostra tutto il suo bagaglio tecnico e fisico. Match che va di strappi: Chiorri ben arginato dalla difesa durantina trova la sua unica tripla dei primi 20′, Urbania la butta molto sull’agonismo e ne esce un match spezzettato dai tanti fischi arbitrali. Le cose più belle del quarto le fa Magrini con un paio di contropiedi che infiammano il palas, tuttavia non basta per andare a riposo in doppia cifra: all’intervallo è +5 Recanati con bomba di Naspi sulla sirena.

Dagli spogliatoi torna però solo la Svethia, piede sull’acceleratore e subito vantaggio che schizza sul +15 grazie alle triple di Sabbatini e Amoroso. Urbania paga la pessima giornata al tiro dalla media e lunga distanza e Recanati può incrementare fino al +17 (54-37) grazie ai siluri di Andreani che invece trova tre triple da oltre 8 metri. Gli ultimi dieci minuti vedono i biancorossi tornare fino a -12 ma è troppo tardi per sperare nella rimonta, Amoroso e compagni controllano senza patemi e chiudono 73-55 davanti ad un pubblico caldissimo e sempre più numeroso.

Prossimo impegno sabato 29 alle 18.30 al PalaBasket di Ascoli contro i bianconeri locali reduci dalla sconfitta sul campo di Fossombrone.




10 visualizzazioni0 commenti
Post: Blog2_Post
bottom of page