• Gabriele Magagnini

LA SVETHIA RECANATI VINCE GARA 3 E RIAPRE LA SERIE CON S.MARINO AVANTI 2-1

Una Svethia indomita ed orgogliosa conquista gara 3 ed accorcia le distanze sul Titano San Marino, mercoledì al PalaBellini i leopardiani tenteranno di impattare la serie e andare alla “bella” tra sette giorni in terra sammarinese. Serviva cuore, testa e tanta voglia di crederci per ridurre il gap tecnico e fisico palesemente a favore dei Titans i quali per lunghi tratti hanno menato le danze senza però mai infliggere il colpo del ko. Recanati come un pugile d’esperienza ha incassato e poi reagito sfruttando la maggiore freschezza atletica del finale.

In apertura di gara è Raschi-show, il numero 11 biancoblu è letteralmente scatenato perforando la retina avversaria sia dal perimetro che in avvicinamento. La Svethia soffre tantissimo a rimbalzo ma chiude sotto di 4 (20-24) dando l’impressione nonostante tutto di esserci. I secondi dieci minuti di gara differiscono poco da quanto visto nei primi: San Marino sfrutta i sempre più numerosi secondi possessi mentre Recanati si aggrappa ad uno strabordante Chiorri vero trascinatore dei suoi. All’intervallo è 33-40 Titans. Il terzo quarto è quello che dà la svolta ad un match che si fa via via sempre più acceso: San Marino mette la freccia raggiungendo anche la doppia cifra di vantaggio, Principi e compagni rispondono con la verve di Gelsomini e di un Pezzotti ispirato dall’arco. Recanati spinta dalla grinta di Ottaviani e Sabbatini ci crede e sfrutta l’inspiegabile nervosismo che serpeggia tra gli ospiti, alla terza sirena è 52-53 con un match ora totalmente riaperto. E’ vero clima playoff al PalaBellini, Raschi prova a prendere per mano i suoi, sponda Svethia cresce la convinzione di poter compiere l’impresa. Chiorri subisce fallo su tiro da tre punti a 11″ dalla fine, la guardia dorica dalla lunetta è glaciale e regala l’overtime ai suoi: 67-67. Recanati nell’appendice ne ha di più e sfrutta la freschezza di Sabbatini e Leonardo Palmieri, San Marino con Altavilla fuori per cinque falli si aggrappa all’eterno Raschi, è però Chiorri con un palleggio arresto e tiro vincente a regalare il successo ad una Svethia che mercoledì alle 21.00 raschierà il barile delle energie fisiche e mentali per prolungare ancora la sua stagione. Finisce 77-75, Recanati è viva e ci crede.



11 visualizzazioni0 commenti