• Gabriele Magagnini

LUCA MARCONI CHIEDE UN INCONTRO AL COMITATO CASTELNUOVO

Nei giorni scorsi il Comitato di Castelnuovo si è lamentato per lo stato di abbandono in cui in quartiere, soprattutto per l’abbandono delle attività artigianali presenti in passato ma anche per quanto avvenuto negli ultimi anni con la chiusura dell’ex monastero delle Clarisse che sino alla fine del secolo scorso ha ospitato l’ex istituto musicale pareggiato “B.Gigli” che rappresentava un importante polo di attrazione anche sotto l’aspetto economico. Il Comitato ha chiesto di rilanciare le attività della zona ma si è detto contrario ad ospitare nell’ex asilo Careancini, di proprietà degli Ircer, la SRR, struttura residenziale riabilitative già a Piaggia Castelnuovo, sede dichiarata inagibile dopo il sisma del 2016. Ora il consigliere regionale Luca Marconi che vive a Recanati, spiega: «Mi fa piacere che il Comitato di quartiere di Castelnuovo abbia approfittato della mia proposta di un diverso utilizzo dell’ex scuola materna “Carancini”, per rilanciare il problema di uno dei rioni più antichi della città da dove, fra l’altro, proviene la mia famiglia d’origine, e dove io stesso sono rientrato ormai da oltre 10 anni. E’ vero, Castelnuovo, come d’altra parte anche gli altri quartieri periferici della città, deve rivivere e la mia è stata solo una proposta, forse provocatoria, di sfatare il mito che i servizi debbano essere tutti collocati nel centro della città. Anzi, è necessario per motivi logistici e di ordine pubblico impegnarci tutti a ripensare l’organizzazione della città. Non sta certamente a me elaborare un progetto e trovare lo stanziamento dei necessari fondi ma da castelnovese ritengo che sia necessario riportare al centro del dibattito cittadino il problema senza rinviare ulteriormente la sua soluzione». Continua Luca Marconi. « D’altra parte, sono amministratore regionale e vedo le cose che possono essere fatte in collaborazione con la Regione stessa: vedendo la criticità della sistemazione del centro residenziale di salute mentale presso l’ospedale “Santa Lucia”, ho ritenuto di proporre, alla presenza del presidente della Regione e del Direttore dell’Area Vasta 3, una soluzione che, per lo meno, ci consentirebbe di sistemare un immobile di proprietà Ircer abbandonato da anni. Così la Fondazione Ircer ci guadagnerebbe e avrebbe a disposizione le risorse da investire in altro modo, magari nella stessa Castelnuovo». Quindi l’esponente politico dichiara la propria disponibilità, come proposto dal Comitato, ad incontrarsi unitamente alle altre realtà associative che operano a Castelnuovo, per spiegare il senso della sua proposta ed eventualmente valutarne delle altre. 



15 visualizzazioni

Via Giuseppe Mazzini, 16, 62019 Recanati MC, Italy

Tel. 071 757 2674

©2019 by Edizioni La Favella Di Paci Francesca. Proudly created by our chinese underpayed graphic designer