• Gabriele Magagnini

MUSICULTURA 2022: CONCERTI DEI FINALISTI STASERA E DOMANI IN DIRETTA SU RAI RADIO 1 E SUI SOCIAL

Ospiti: Enrico Ruggeri, Simone Cristicchi e Amara

Musicultura presenta i 18 artisti finalisti della XXXIII edizione del Festival a Recanati con un doppio concerto live, in anteprima, questa sera e domani sera al Teatro Persiani in diretta su Rai Radio1 e sui social, condotto da John Vignola, Marcella Sullo e Duccio Pasqua di Rai Radio1.

“Musicultura è un’eccellenza del nostro territorio - ha dichiarato il sindaco di Recanati Antonio Bravi- un Festival nato a Recanati grazie al genio creativo del nostro compianto concittadino Piero Cesanelli che è riuscito a coniugare le due principali arti che contraddistinguono la cultura recanatese, la poesia e la musica “arti indivisi e indivisibili" nella canzone, come scrive Giacomo Leopardi nello Zibaldone e a portare il messaggio alla ribalta nazionale ed internazionale in questi 33 anni di grandi successi. Siamo quindi ben felici di accogliere con tutto il nostro affetto e di tenere a battesimo i 18 artisti finalisti della XXXIII edizione di Musicultura che dopo la due giorni di concerti a Recanati diverranno “ambasciatori” del nostro territorio e della nostra cultura.”

Questa sera al Teatro Persiani si esibiranno i primi nove dei diciotto finalisti: caspio di Trieste; Emit di Lodi; iosonorama di Napoli; Cassandra Raffaele di Vittoria (RG); Valeria Sturba di Bologna; Valerio Lysander di Roma; Martina Vinci di Genova; Y0 di Ravenna e Yosh Whale di Salerno.

Ad impreziosire la serata contribuiranno la sensibilità e le performance studiate ad hoc di Simone Cristicchi ed Amara. Simone Cristicchi, lo ricordiamo, fu proclamato vincitore assoluto di Musicultura nel 2005 con il brano “Studentessa universitaria”, singolo dell'album “Il fabbricante di canzoni”, con il quale si aggiudicò anche la “Targa della Critica”. Simone Cristicchi è oggi tra i membri del Comitato di Garanzia di Musicultura, l’importante giuria formata dal gotha della letteratura e della canzone italiana.

"Musicultura, grazie anche al sostegno della Regione Marche, rappresenta un appuntamento, o meglio una serie di appuntamenti, importanti non solo per la musica popolare d'autore e per i nuovi talenti, ma un'iniziativa capace di proporre ad un vasto pubblico alcuni dei luoghi più significativi della nostra terra. – Ha affermato l’assessora regionale alla Cultura Giorgia Latini - La cultura, ancora una volta, si dimostra uno dei veicoli privilegiati della promozione. Dopo un periodo così difficile per le stagioni concertistiche e per lo spettacolo dal vivo si riparte, e qui occorre precisare che in realtà questo Festival non si è mai fermato, con ancor maggior determinazione, come testimoniato dal numero delle canzoni in gara. La tradizione della canzone italiana che ci distingue nel mondo, la passione per la musica, sono più forti di qualsiasi pandemia! Vedere gli artisti stasera a Recanati e poi sul palcoscenico dello Sferisterio sarà dunque un messaggio di rinascita che dalle Marche arriverà a tantissimi italiani e non solo, anche grazie ai microfoni della Rai. Il nostro augurio va ai concorrenti, ma anche a tutti gli artisti e a tutti i lavoratori dello spettacolo che, nonostante le difficoltà - e purtroppo negli ultimi anni le Marche ne hanno vissute molte - riescono a dirci attraverso il loro lavoro che la creatività umana è destinata a rimuovere gli ostacoli di percorso e che l'uomo lascia il proprio segno nel mondo con la bellezza di ciò che fa."

Domani sera 4 maggio andranno in scena gli altri nove finalisti: Isotta di Siena; Kamahatma di Trecate (NO); Malvax di Modena; Sandri di Cesena; Sara Loreni di Parma; Sofia Rollo di Lecce; Te quiero Euridice di Piacenza; THEMORBELLI di Alessandria; Vito di Palermo.

La serata di domani vedrà la testimonianza artistica di un padrino d’eccezione: Enrico Ruggeri. Firma nobile della canzone popolare e d’autore italiana, scrittore e fine narratore, Ruggeri è legato a Musicultura da un reciproco rapporto di stima ed amicizia, non a caso ha condotto le ultime tre edizioni del Festival allo Sferisterio di Macerata, in onda sulla Rai, e figura anche lui tra i membri del prestigioso Comitato di Garanzia del Festival. Il concerto andrà in onda anche in diretta su ÉTv Marche.

“È in giorni come questi che il senso del progetto Musicultura, coltivato da Piero Cesanelli e che noi continuiamo a sviluppare nel suo ricordo, emerge con più forza. – Ha spiegato Ezio Nannipieri direttore artistico di Musicultura - Ci interessano le potenzialità artistiche delle canzoni, desideriamo che chi come noi le sceglie come fidate compagne di vita possa individuarle in un ambito espressivo più ampio di quello previsto da una filiera produttiva che tende ad omogeneizzarle. Stasera e domani sera al Teatro Persiani, insieme a Rai Radio 1, alle istituzioni e ai partner che ci sono vicini, consentiremo a diciotto giovani artisti ed artiste, a nostro avviso molto meritevoli, di proporsi al pubblico del Teatro Persiani e in diretta nazionale. Che cosa si può volere di più?”

“Quest’anno abbiamo raddoppiato le serate che vedranno esibirsi i finalisti di Musicultura nel nostro teatro Persiani. – Ha detto l’assessora alla Cultura del Comune di Recanati Rita Soccio - La musica d’autore che da sempre contraddistingue la manifestazione è un’importante occasione culturale e al tempo stesso di promozione turistica per la nostra città e per l’intero territorio grazie agli ospiti e al collegamento con Radio Rai1. Musicultura unisce virtualmente le due arti che da sempre ci caratterizzano, il bel canto di Beniamino Gigli con il distretto industriale musicale e la poesia di Leopardi. Musica e parola che rappresentano un’opportunità importante per i giovani talenti che trovano nel Premio un palcoscenico e una giuria di qualità dove farsi valere, come un giovane Cristicchi che vinse il titolo nel 2005. Musicultura ha unito Recanati e Macerata nella musica e nelle ultime settimane le nostre Amministrazioni hanno voluto rafforzare questo legame anche in nome dell’arte realizzando un biglietto unico per la visita dei musei civici delle due città. La cultura e la bellezza sono una grande risorsa che possono rappresentare una crescita sociale ed economica per le nostre comunità.”

I 18 artisti finalisti sono il frutto di una selezione lunga ed articolata, iniziata nel novembre scorso, con l’ascolto delle 2.172 canzoni in concorso, record assoluto di partecipazioni a Musicultura. Successivamente 61 proposte sono state selezionate e convocate a Macerata, per sostenere un’audizione dal vivo di fronte alla commissione d’ascolto e al pubblico per dieci giorni consecutivi al teatro Lauro Rossi.

“Dopo le selezioni al teatro Lauro Rossi di Macerata, Musicultura, per due serate, si “trasferisce” a Recanati per poi tornare nel capoluogo con le finali di giugno allo Sferisterio che non vediamo l’ora di vivere. – Ha affermato il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli -Al teatro Persiani conosceremo le personalità e soprattutto le 18 canzoni dei giovani finalisti che, grazie a Musicultura, possono calcare un palcoscenico nazionale ed essere protagonisti di un evento unico ideato da Piero Cesanelli.”

"Musicultura è il festival che rappresenta nitidamente le potenzialità di questo territorio sul palcoscenico nazionale e non solo.- Ha aggiunto l’assessore al Turismo e ai Grandi Eventi del Comune di Macerata Riccardo Sacchi - Ha trovato nello Sferisterio la casa ideale non prima di essere germogliata qui a Recanati dove la Canzone ha l'humus per eccellenza: quello della Poesia. Sostenere il festival significa continuare a coltivare quella radice divenuta albero che ha portato i frutti ad un intero territorio. I numeri di Musicultura parlano chiaro e raccontano di un indotto di cui l'intera provincia beneficia. Ragioni concrete che restituiscono un'economia fatta dalla Musica e dalla Cultura. Un’economia reale che si sviluppa grazie alla collaborazione tra istituzioni, coinvolgendo anche le due Università di Macerata e Camerino e i privati come Banca Macerata. Essere qui oggi, uniti nel sostegno a questa manifestazione, è motivo di orgoglio: guardiamo a Musicultura come luogo ideale dove Macerata, Recanati e tutti i soggetti coinvolti si abbracciano mostrando emblematicamente le possibilità di questo territorio in una vetrina di assoluto prestigio."

Partner fondamentale di Musicultura le Università di Macerata e Camerino.

“L’Università di Camerino è come ogni anno orgogliosa di sostenere Musicultura e di seguirne le varie fasi tramite la giuria di studentesse e studenti che anche quest'anno hanno partecipato proattivamente, con entusiasmo e passione.- Ha dichiarato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari - La musica rappresenta da sempre un momento di confronto, di aggregazione e di incontro tra culture, ma soprattutto di pace tra i popoli e proprio in un momento così delicato come quello che il mondo intero sta attraversando, è importante mantenere viva l’attenzione sui valori fondanti delle nostre società civili, quali la libertà e la pace, anche tramite appuntamenti come quello di Musicultura. La terza missione degli atenei si connota infatti anche per un forte contenuto sociale ed educativo e consiste in un costante ‘trasferimento valoriale e culturale’, nelle più ampie accezioni dei termini, verso coloro i quali stiamo contribuendo a formare come cittadine e cittadini consapevoli: i nostri studenti e le nostre studentesse.”

I concerti di Recanati avvicineranno sempre di più i giovani talenti al traguardo della proclamazione degli 8 vincitori e delle serate finali di giugno allo Sferisterio con la consacrazione da parte del pubblico del vincitore assoluto con il Premio Banca Macerata di 20 mila euro.

“Per il secondo anno consecutivo Banca Macerata si conferma Main Partner di Musicultura, straordinario evento culturale e musicale che dà lustro a tutto il nostro territorio.- Ha detto Toni Guardiani Direttore generale Banca Macerata - Siamo veramente orgogliosi di essere al fianco di Musicultura perché ci permette di veicolare i valori fondanti di Banca Macerata, quali il sostegno al territorio di appartenenza e, soprattutto, la valorizzazione della cultura ed il sostegno delle giovani generazioni. In un momento storico così complicato, Banca Macerata è sempre di più convinta che solo sostenendo i giovani a realizzare i loro progetti ed i loro sogni si potrà avere un mondo migliore. La continuità della collaborazione con Musicultura va proprio in questa direzione.”

I biglietti per assistere alle due serate di spettacolo di Musicultura il 3 e 4 maggio sono disponibili presso il Teatro Persiani, presso tutti i punti AMAT delle Marche e sul circuito Vivaticket.








AMARA E CRISTICCHI










43 visualizzazioni0 commenti