• Gabriele Magagnini

RECANATI, LA SOLA CITTA' DELLE MARCHE ISCRITTA ALLE INIZIATIVE NAZIONALI "IL MAGGIO DEI LIBRI 2020"

Recanati è l'unica città della Regione Marche ad essere iscritta alle iniziative nazionali de "Il Maggio dei Libri” 2020. Nato nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, il “Maggio dei Libri” è una campagna nazionale che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto. A Recanati sono tre le attività messe in campo dall'Assessorato alle Culture in collaborazione con la Biblioteca/Mediateca "A. Bonacci, Brunamonti".  Sulla pagina ufficiale facebook della Biblioteca si parte il lunedì con l’appuntamento #unlibroasettimana, consigli di lettura destinato ad un pubblico di ragazzi/adulti. Tutti i giovedì “C’è un libro anche per me” rivolto ai lettori più piccoli e frequentatori abituali di "Nati per Leggere", si chiude il sabato con l’appuntamento sul profilo Facebook della Mediateca con la Rubrica “Ti presento il mio libro”, con la pubblicazione di minivideo di presentazione. La particolarità di questi video è il coinvolgimento degli stessi autori che in 5, 6 minuti presentano il proprio libro cercando di raccontare e catturare l’attenzione degli utenti descrivendo una breve trama e gli aspetti salienti del testo. Dalla Biblioteca/Mediateca e dall'Assessora alle Culture Rita Soccio non resta che augurarvi un buon “Maggio dei Libri” con la speranza di tenervi un po' di compagnia attraverso le nostre pagine facebook.

per informazioni:

http://www.ilmaggiodeilibri.it

https://www.facebook.com/ilmaggiodeilibri/

https://www.facebook.com/bibliotecarecanati/

https://www.facebook.com/Mediatecarecanati/



0 visualizzazioni

Via Giuseppe Mazzini, 16, 62019 Recanati MC, Italy

Tel. 071 757 2674

©2019 by Edizioni La Favella Di Paci Francesca. Proudly created by our chinese underpayed graphic designer