• Gabriele Magagnini

RECANATI PROTAGONISTA ALLA BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO

La citta dell'infinito come esempio virtuoso di accoglienza turistica domenica 10 alla BIT di Milano

Recanati, città dell’infinito, ricca d’arte e di cultura, sarà protagonista alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, domenica 10 aprile, come eccellenza delle Marche ed esempio virtuoso di accoglienza turistica nel territorio.

Alle ore 12,30 presso lo stand della Regione Marche, presente alla Borsa Internazionale del Turismo ( Bit), l’Assessora alla Cultura e al Turismo Rita Soccio presenterà le strategie di sviluppo della città leopardiana e i nuovi programmi turistici culturali alle porte dell’apertura della stagione estiva 2022.

“ Siamo molto felici che anche quest’anno siamo stati invitati dalla Regione Marche alla importante Fiera internazionale di Milano come esempio virtuoso di promozione turistica - ha dichiarato l’Assessora alla Cultura e Turismo Rita Soccio - La vetrina della Bit è un’occasione importante per mostrare non solo le nostre bellezze e i progetti culturali della città tanti apprezzati dai visitatori, ma anche il lavoro di rete che stiamo facendo con i comuni limitrofi per una maggiore valorizzazione e destagionalizzazione dei nostri territori.”

In un momento storico particolare come questo, la Bit ha rilevato il bisogno di cultura e di natura delle persone, tra le tendenze turistiche del 2022, la riscoperta di itinerari nella natura tra i bellissimi borghi d’arte italiani per la rinascita del turismo post- pandemia.

Alta sarà l’affluenza degli operatori alla ricerca delle nuove offerte turistiche italiane ed internazionali. Saranno presenti 893 espositori di cui il 12 per cento provenienti da 31 paesi esteri, e molti buyer provenienti in particolare da Europa e Nord America, ma anche Medio Oriente e Africa.

La Bit Milano rappresenta l’unica fiera in Italia che affronta con un approccio innovativo il settore Turismo. Una vera e propria piattaforma a supporto dell’industria turistica italiana nel mondo e della promozione dell’offerta internazionale nel nostro Paese.







18 visualizzazioni0 commenti