top of page
  • Gabriele Magagnini

SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA PER LA SVETHIA RECANATI BATTUTA A GUALDO

Secondo stop stagionale per la Svethia Recanati che cade 77-68 in casa del Basket Gualdo e vede così gli umbri avvicinarsi a sole due lunghezze in classifica. Una domenica decisamente negativa per i leopardiani che pagano le basse percentuali in attacco ed il perdurare dell’assenza di Ludovico Chiorri in panca ad onor di firma. Dopo un avvio di totale equilibrio (20-21 alla prima sirena), Gualdo mette la freccia sfruttando la tanta difficoltà nel trovare il canestro da parte di Amoroso e compagni. All’intervallo è +2 Gualdo (33-31) con Recanati ancora ampiamente in partita ma con enormi problemi in attacco. Il terzo periodo è di fatto quello decisivo, la vena realizzativa di Rossi e Monacelli unita alla sostanza di Argalia e Hanelli scavano il break che risulterà poi fatale ai gialloblu: 56-46 alla terza sirena con cinque punti nell’ultimo minuto dopo che la Svethia era rimasta in linea di galleggiamento sul -5. La brutta serata sia nel pitturato che dalla distanza non consente ai leopardiani di tornare veramente a contatto e Gualdo può chiudere 77-68 grazie ad una prestazione convincente e di sostanza.

Prossimo impegno al PalaCingolani-Pierini con il Metauro Basket domenica alle 18.30

IL COMMENTO DEL COACH PADOVANO:

<<“Abbiamo fatto purtroppo una brutta partita con pessime percentuali in attacco subendo molto la loro aggressività in difesa, Gualdo ha avuto il merito di trovare punti importanti anche da giocatori che fino a quel momento non avevano lasciato il segno ed ha vinto con pieno merito. Paghiamo un lungo periodo dove non riusciamo ad allenarci tutti insieme, le assenze non devono essere un alibi ma sicuramente hanno il loro peso. Non dobbiamo però piangerci addosso ma rialzarci in fretta, domenica arriva Fossombrone che è una squadra giovane, aggressiva ed atletica con ragazzi molto volenterosi che stanno facendo un ottimo campionato. Sono allenati poi da un coach come Paolini che ha esperienza da vendere e che in queste categorie può essere il vero valore aggiunto. Noi abbiamo davanti una settimana per lavorare a testa bassa, capire dove abbiamo sbagliato e recuperare soprattutto gli acciaccati, domenica c’è una partita da vincere per recuperare consapevolezza nei nostri mezzi e quella brillantezza che ci ha contraddistinto nelle prime cinque giornate”.



7 visualizzazioni0 commenti
Post: Blog2_Post
bottom of page