• Gabriele Magagnini

UN SUCCESSO LA PRIMA RIEVOCAZIONE STORICA

Un fine settimana all’insegna delle moto d’epoca per la prima edizione della “Rievocazione storica del circuito Colle dell’Infinito” che ha visto la presenza di decine di mezzi storici che hanno contribuito al successo di questa manifestazione dove la curiosità e la nostalgia per autentici pezzi pregiati sono stati determinanti per richiamare lungo il percorso molti appassionati. Con le moto d’epoca della Rievocazione Storica del Circuito dell’Infinito si è chiusa di fatto la stagione di eventi del club CAEM/Lodovico Scarfiotti. Va ricordato che proprio a Recanati si sono disputate ben tre edizioni della gara tra le due guerre e precisamente dal 1925 al 1927 su un anello di circa 27 km attorno alla città ed alle quali hanno preso parte grandi campioni tra i quali Tazio Nuvolari, Achille Varzi e Luigi Arcangeli, che negli anni successivi sono diventati protagonisti anche della scena dei gran premi automobilistici internazionali. Al loro fianco anche numerosi piloti marchigiani tra i quali il maceratese Primo Moretti che ha scritto splendide pagine di corse motociclistiche. Nel 1949 si corse un’altra edizione su un tracciato più lungo, proprio quello interessato da questa rievocazione del 2019; quasi 40 km da Recanati verso Fontenoce, Strada Regina, Porto Recanati, Loreto e di nuovo Recanati. La manifestazione è stata un interessante tuffo nella storia sportiva e culturale, una finestra che ancora cattura interesse e passione, utile da tramandare anche ai giovani. Nel pomeriggio di sabato il convegno presso l’Aula Magna del Comune di Recanati, tenuto da Luca Manneschi, presidente della Commissione Cultura dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) sul tema “50 anni fa avvenne” e durante il quale si è parlato del cambiamento datato 1968, quando da una tipologia di produzione motociclistica volta a fornire un mezzo di locomozione popolare all’Italia in crescita, si passò ad un panorama con maggior spazio giovanile grazie alla produzione di mezzi da 50 e 125cc, mentre le moto di grossa cilindrata divennero ben presto un mezzo di svago da affiancare alle auto di proprietà. Nel convegno si è parlato anche della storia del circuito di Recanati con un intervento del presidente CAEM , il recanatese Roberto Carlorosi, impreziosito dal casuale ritrovamento nella sede comunale di un trofeo risalente alla seconda edizione corsa nel 1926. Interventi del sindaco Antonio Bravi, del vicesindaco Scorcelli e del consigliere delegato allo sport Sergio Bartoli, con il primo cittadino che ha detto: «queste manifestazioni a carattere rievocativo sono sempre molto interessanti perchè permettono di rivivere il passato in modo costruttivo e culturale. Speriamo che possa diventare un’iniziativa in pianta stabile».A questa prima rievocazione hanno preso parte 45 partecipanti da tutto il centro Italia con moto e sidecar con numerosi esemplari di pregio per un evento turistico, culturale e sportivo, nella ricorrenza del Bicentenario della poesia “L’Infinito”. Tra le moto al via anche una Benelli 500 del 1935 appartenuta al conte Pierfrancesco Leopardi, erede del poeta, portata all’attuale proprietario, il maceratese Giuseppe Ciccarelli. Domenica i motori si sono accesi per la rievocazione del Circuito, circa 40 km da ripetere due volte, sul percorso utilizzato nell’ultima edizione del 1949, che collegava Recanati con la località Villa Koch e che proseguiva verso la Riviera lungo il veloce tratto della Strada Regina, per risalire lungo la Statale 16 in direzione Porto Recanati, deviando per Loreto per poi tornare a Recanati. L’evento non ha tralasciato certo l’aspetto sportivo con l’impegno a cronometro che ben si addice a queste rievocazioni di eventi agonistici. Questi i vincitori nelle varie categorie: “Ante 1950” il portopotentino Luigino Senigagliesi , il recanatese Alberto Fontanella con Maria Grazia nella “Post 1950”, poi tra le moto in corso di omologazione il fabrianese Angelo Pallottelli mentre la perugina Patrizia Baldoni si è imposta nella “Femminile” e la “Young” è andata al recanatese Riccardo Lombardelli. Le premiazioni poi con la rappresentanza ASI di Luca Manneschi e del Commissario Moto Graziano Valli che hanno elogiato gli organizzatori ed in particolare il presidente CAEM Roberto Carlorosi.






0 visualizzazioni

Via Giuseppe Mazzini, 16, 62019 Recanati MC, Italy

Tel. 071 757 2674

©2019 by Edizioni La Favella Di Paci Francesca. Proudly created by our chinese underpayed graphic designer